INSTALLAZIONI
  • Un dolce profumo

  • Avventura geologia

  • Animali d'alta quota

  • Tipi svegli

  • Le bambole del Latemar

  • Lite ai piedi della Pala di Santa

  • Land Art

  • Sentiero geologico Dos Capel

  • La Foresta dei Draghi

  • Il Pastore Distratto

  • Il fascino delle ali di farfalla

  • Voci del bosco

  • Albero-telefono

  • Orecchie aperte!

  • Il legno armonico

I fiori della nigritella sbocciano l'uno accanto all'altro e formano una magnifica infiorescenza che profuma di vaniglia. Ogni singolo fiore assomiglia a una piccola stella scura. Qui potrai premere più volte ed energicamente il pulsante, per annusare il grande fiore. Lungo il percorso troverei molti altri fiori veri che hanno un buon profumo.

Un dolce profumo
Ein süßer Duft
A sweet fragrance

Le rocce e le torri scoscese sul Latemar hanno alle spalle una storia tumultuosa. In un'epoca lontana il calcare chiaro si è formato in un mare caldo sotto forma di scogliera, dall'accumulo di milioni di minuscoli organismi. Eruzioni vulcaniche e terremoti hanno poi contribuito a conferire le forme spettacolari, così come l'azione distruttiva di vento e ghiaccio.

Avventura geologia
Abenteuer Geologie
Geological adventure

Chi vuole sopravvivere ad alta quota deve resistere al freddo glaciale, al sole intenso, alle tempeste e al ghiaccio. Spesso la neve non si scioglie fino a Maggio inoltrato, salvo ricominciare a cadere a partire da agosto. È un habitat affascinante, ma solo per veri esperti. Scopri il mondo degli animali d'alta quota, dall'aquila reale fino all'arvicola delle nevi.

Ein süßer Duft
UN DOLCE PROFUMO
A sweet fragrance

Le marmotte diventano adulte a tre anni. Spesso, tuttavia, rimangono ancora qualche anno presso I genitori, prima di affrontare I rischi legati alla ricerca di un compagno con cui formare una famiglia tutta loro. La tana della Marmotta è qui vicino. Se non fai troppo rumore, qui potresti riuscire anche vederla o sentirla fischiare.

Animali d'alta quota
Tiere im Hochgebirge
Animals in the high mountains

La singolare bellezza delle rocce del Latemar, stimola da sempre la fantasia dell'Uomo. I geologi attribuiscono le sue insolite forme all'effetto delle eruzioni vulcaniche avvenute milioni di anni fa e alla forza erosiva degli agenti esogeni. I nostri antenati avevano invece una spiegazione completamente diversa. Scopri la leggenda delle bambole del Latemar!

Le bambole del Latemar
Die Latemarpuppen
The Latemar dolls

Per oltre 200 anni, fra gli abitanti di Nova Ponente e quelli della Val di Fiemme regnava una lite per i diritti sui boschi e i pascoli a nord del Passo di Lavazè. Furono confiscati animali e tagliati alberi, si arrive a vere e proprie zuffe di massa, finché nel 1491 i confini vennero finalmente definiti da un tribunale. Sono cose, queste, accadute però molto tempo fa e oggi tra le due comunità c'è un rapporto di buon vicinato.

Lite ai piedi della Pala di Santa
Zank am Zanggenberg
Pala di Santa quarrels

L'arte di vedere ciò che ci sta davanti e di riprodurre ciò che cogliamo con gli occhi è innata in ogni bambino. Ma sono sempre di più anche gli adulti che si cimentano in questa avventura, denominata: "Land Art". La gioia che si prova nel fare è più importante del riuscire a creare con assoluta perfezione qualcosa di totalmente nuovo. Lasciati ispirare!

Land Art
Land Art
Land Art

Le rocce e I fossili del Latemar raccontano la storia di un mare tropicale e di grandi vulcani, ora territorio delle Dolomiti. Se vuoi fare un viaggio nel tempo fino a 250 milioni di anni fa, imbocca il Sentiero Geologico delle Dolomiti dal Passo Feudo.

Sentiero geologico Dos Capel
Geologischer Lehrpfad Dos Capel
Geological trail Dos Capel

Nella Foresta dei Draghi le potenti creature alate che popolano il Latemar hanno lasciato vistosi indizi che rivelano il loro desiderio di mostarsi. Cerchiamo I segni del loro passaggio lungo un percorso incantevole realizzato in collaborazione con l' Istituto d' Arte Soraperra di Pozza di Fassa. Qui studenti e professori hanno esposto le "prove" che testimoniano la presenza dei draghi.

La Foresta dei Draghi
Der Drachenwald
The dragon forest

Martìn, un pastorello di Predazzo, ti accompagna lungo il Sentiero del Pastore Distratto dalle pagine di un giocolibro che puoi ritirare nel punto informazioni di Gardonè. Camminando, potrai scoprire i voli di fantasia di Martin e il suo piccolo mondo di montagna con attrezzi da contadino che ogni tanto dimentica qua e là.

Il Pastore Distratto
Der unbedachte Hirte
The absent herdsman

Pampeago Green&White Gallery si sviluppa durante l'intero anno. È verde come i pascoli e i boschi ed è bianca come le sue distese innevate. Le opere create "nella natura, per la natura" sono realizzate con materiali naturali come il legno, le rocce, le foglie, la neve e il ghiaccio. Il Parco d'Arte RespirArt è un anello di 3 km, nei pressi di Baita Caserina, che celebra la bellezza del Latemar.

Sentiero Respirart
Respirart Pfad
Respirart Path

Premi i pulsanti per ascoltare i suoni emessi dal cervo, dalla volpe, dalla marmotta e dalla lepre selvatica. Contemporaneamente si accende una lampadina in corrispondenza della relativa impronta. Guardati intorno, riesci a trovare delle vere orme nelle vicinanze? Sulle tracce degli animali Nel bosco di montagna vivono molti animali, ma sono timidi e vederli non è facile. Se però osservi attentamente ne individuerai sicuramente le tracce: pigne rosicchiate, piume, escrementi o, se hai davvero tanta fortuna, persino le corna di un cervo!

Voci del bosco
Stimmen des Waldes
Voices of the forest

Appoggia l'orecchio a un'estremità del tronco e chiedi a un'altra persona di grattare all'estremità opposta. Riesci a sentirlo?
Attenti alle martore!
Se una martora si arrampica su un albero, per i piccoli della nocciolaia è questione di vita o di morte. Fortuna che il legno trasmette bene le onde sonore. Se gli uccellini riescono a sentire in tempo il lieve rumore provocato dagli artigli della martora che graffiano il legno, forse possono ancora fuggire.

Albero-telefono
Baumtelefon
Tree telephone

Sistemati sulla panca di legno in modo che la testa si trovi direttamente fra i due grandi imbuti. Tira i due tubi all'estremità degli imbuti il più vicino possibile alle tue orecchie e immergiti nel mondo dei suoni del bosco di montagna! Campionessa di udito La tarma maggiore della cera è l'animale che detiene il record dell'udito. È infatti in grado di captare frequenze fino a 300 kHz, riuscendo così a superare persino i suoi acerrimi nemici: i pipistrelli.

Orecchie aperte!
Ohren auf!
Listen!

Prendi la bacchetta del tamburo e fai un tentativo. Prova anche senza bacchetta, semplicemente con la mano. I suoni del legno Acero montano, abete, cembro o larice: ogni albero ha una sua essenza, una venatura e un profumo distintivo – e risuona a modo suo. Osserva attentamente i quattro tipi di legno armonico, annusali e scopri quale sensazione trasmettono al tatto. Li riconosci? Sul retro puoi vedere di quale albero si tratta.

Il legno armonico
Klingendes Holz
Ringing wood